INFIAMMAZIONE DEL NERVO SCIATICO: SINTOMI, CAUSE, PREVENZIONI E CURE

Dolore intenso, fastidio praticamente insopportabile: ecco i segnali inequivocabili di uno dei mal di schiena più difficili sa ignorare, la sciatalgia, un disturbo più noto come sciatica. Si tratta dell’infiammazione del nervo sciatico, cioè il nervo che, partendo dalla zona lombare, il segmento più basso della schiena, scivola lungo la parte posteriore della gamba, fino ad arrivare al piede. Difficile da sopportare, decisamente, e difficile da gestire, la sciatica è un’eventualità dolorosa, che ha sintomi e cause precise, ma che può essere anche evitata, seguendo alcune regole di prevenzione.

Quando il nervo sciatico si infiamma, si percepisce un intenso dolore che si irradia dalla parte posteriore della coscia fino al retro dello stinco e può estendersi anche al piede. Inoltre, giusto per rincarare la dose di fastidio, è possibile percepire anche una sensazione di torpore alla gamba e il movimento, così come il controllo, della gamba sono più difficili.

I colpevoli? Le abitudini sbagliate, soprattutto: anni di posture scorrette e di posizione dannose per la colonna vertebrale possono provocare l’infiammazione del nervo sciatico e, di conseguenza la comparsa della sciatalgia. In alcuni casi, se gli imputati non sono solo le ore davanti al pc seduti nel modo più sbagliato possibile e le posture scorrette, la causa scatenante della sciatica può essere anche la presenza di un’ernia, cioè la fuoriuscita della parte centrale di un disco vertebrale della colonna, che può in questo modo comprimere la radice del nervo sciatico.

Meglio prevenire, che curare, sempre: anche in questo caso, la prevenzione, per agire d’anticipo, è sempre la scelta migliore. Allo scopo, può essere utile adottare alcuni semplici accorgimenti. Migliorare la propria postura, sia da seduti sia da in piedi, sia in posizione statica sia in movimento, per evitare di sovraccaricare la schiena inutilmente; la schiena deve essere sempre rigorosamente dritta, il collo rilassato e le spalle allineate, senza gobbe o curvature pericolose della colonna vertebrale. Prevenzione è anche movimento: svolgere con frequenza un’attività fisica, come l’aerobica, le flessioni o lo stretching, è la scelta migliore per allenare la schiena e rafforzarne i muscoli.

Se la strategia preventiva non è bastata e la sciatica ha colpito, per passare al contrattacco, nella fase acuta del disturbo, si può ricorrere ai farmaci antidolorifici, antinfiammatori, utili per lenire dolore e fastidi. Se il dolore persiste, meglio chiedere consiglio al proprio medico. Può essere utile anche rivolgersi al fisioterapista, per iniziare un percorso di esercizi fisici mirati.

Altri articoli: